Image
Esegui ricerca

Web in cattedra

Formare i docenti per proteggere gli studenti.
Un percorso formativo per trasmettere agli insegnanti gli strumenti che favoriscono un uso sicuro di Internet da parte dei ragazzi. 

Un percorso formativo di nove ore per trasmettere agli insegnanti della scuola secondaria di primo grado gli strumenti che favoriscono un uso sicuro di Internet da parte dei ragazzi. Più di cinquanta educatori sono stati coinvolti nelle ore di formazione e 4.500 saranno gli studenti sensibilizzati sull’utilizzo consapevole e responsabile della Rete.

Il progetto, nato dall’ambiziosa idea di formare un docente per ogni scuola secondaria di primo grado della città e della provincia di Firenze, con lo scopo di garantire un utilizzo sicuro di Internet da parte degli studenti, è poi andato avanti con diverse tappe in Veneto e in Lombardia. Ogni insegnante che ha partecipato al percorso formativo ha svolto in tutto nove ore d’aula, suddivise in tre moduli da tre ore ciascuno; i diversi contenuti trattati durante il corso, seppur eterogenei, hanno sempre avuto un unico filo conduttore, il tema della sicurezza per i ragazzi.

Il primo modulo è stato affidato alla Polizia Postale e delle Comunicazioni; l’intervento dell’istituzione è servito a mostrare quali rischi si possono correre su Internet e quali sono le regole da seguire per una navigazione sicura sul web. Le lezioni sono proseguite con la presenza di un formatore Microsoft, il quale ha trattato temi più tecnici, illustrando le caratteristiche del “Parental Control”, presente sui sistemi operativi Windows di Microsoft. Il Parental Control è uno strumento che permette ai genitori di impostare gli opportuni limiti per i giochi dei bambini, la navigazione in Internet e l'uso complessivo del computer. Per queste attività sono stati resi disponibili i kit didattici sulla sicurezza on-line realizzati nell’ambito di “Sicuramenteweb”, iniziativa che racchiude l’impegno Microsoft per la navigazione protetta dei minori su Internet; i kit didattici messi a disposizione sono facilmente consultabili dai docenti attraversonell’area dedicata.
Nell’ultimo modulo sono intervenuti esponenti della divisione anticrimine della Questura di Firenze, trattando l’aspetto normativo dei temi, mentre l’O.N.A.P. si è occupata delle forme di devianza sul web e dei fenomeni di adescamento.

Per maggiori informazioni scarica la presentazione dedicata! 

 

 Gestisci il tuo profilo | Contattaci | Privacy e cookie | Condizioni per l'utilizzo | Marchi   Microsoft

© 2014 Microsoft

 

Questo sito è ospitato da Img Internet